Dalla ex stalla dell’ultimo decennio del 1800 e i primi del 1900, nasce una locanda con bar che nel 1942 prende in gestione per la prima volta la famiglia Bernasconi arrivata da Arcore in tandem con la signora Vecchiatti.

Il ristorante inizia a sfornare piatti semplici ma genuini come quelli dei contadini della Maremma e viene frequentata da cacciatori, ferrovieri e viandanti.

Oltre a ristorante continua ad esercitare anche Bar e Alimentari diventando un punto di riferimento importanate per tutta la comunità circostante. Negli anni fu battezzato prima “Bar Sport”, poi “Ristorante il Cacciatore” , da alcuni “La stanza” ma per molti ancora oggi è meglio conosciuto come da “Morea”. La sua gestione fino agli anni ’80 ha infatti creato una solida attività poi consolidata ed ulteriormente trasformata nell’ultimo trentennio dal figlio Enrico che con la moglie e la famiglia Mascelloni hanno, giorno per giorno, lavorato in prima linea sempre attenti alle esigenze del cliente , proponendo una cucina all’insegna della genuinità.

Oggi grazie all’ultima ristrutturazione, in quella che era la “piccionaia” di Franco, ritornando alle origini della struttura, sorgono delle comodissime camere con tutti i comfort moderni, adatte ad un soggiorno di lavoro ma anche di vacanza grazie alla vicinanza delle maggiori località balneari e di un entroterra ricco di storia.